giovedì 21 febbraio 2008

Oltre il silenzio

Perché fare un film sul bullismo?

In una recente intervista, il regista Angelo Antonucci ha spiegato: Ho deciso di realizzare questo film, poiché in Italia il fenomeno del bullismo è tra i primi posti in Europa. Ho voluto trattare l’argomento, considerando la scuola il luogo dove avvengono certi tristi episodi, che hanno la loro origine in disagi familiari e sociali esterna ad essa. Credo che un film come 'Oltre il silenzio' possa aiutare a riflettere e a creare dibattito e mi auguro che possa essere visto soprattutto dagli studenti, docenti e dalle famiglie che sono i soggetti coinvolti in queste situazioni di bullismo. Inoltre, mi sento anche molto responsabilizzato dal fatto che, eccetto rari casi, il mio è il primo film dedicato per intero al bullismo e quindi sono convinto che sarà oggetto di interesse, motivo per cui ci sto lavorando con molta attenzione, selezionando i giovani protagonisti, tra coloro che stanno frequentando ancora le medie e le superiori, o le hanno appena terminate, in modo che possano apportare il loro contributo diretto al film.”

Il film sarà nelle sale a partire da settembre 2008.


Nessun commento: