venerdì 30 novembre 2007

Una pigotta per la vita


Vi segnalo questa iniziativa per un regalo natalizio...originale ed umanitario.

giovedì 29 novembre 2007

Nuove riflessioni

I ragazzi mi hanno in questi giorni confidato il desiderio di avere maggiore spazio di confronto sulle tematiche a loro tanto care: gestione dei conflitti tra compagni e lavoro in circle time per una maggiore consapevolezza dei loro vissuti emotivi in classe.
Anch'io ho constatato questa esigenza...:(

lunedì 26 novembre 2007

Come risolvere i problemi della classe

Stamattina alcuni ragazzi della classe 5^ B hanno riflettuto e, successivamente, avanzato alcune proposte su come cercare di migliorare certe situazioni problematiche vissute in classe!

- Propongo di dar filo da torcere a chi non rispetta le REGOLE!

- Suggerisco di non dare tanto spazio alle PERSONE che sono MALEDUCATE.

- Chiedo di RISPETTARE i COMPAGNI.

- NON dare le BOTTE!

- EVITARE di usare la violenza delle MANI, quando si gioca.

- Secondo me, i compagni che disturbano la LEZIONE vanno messi in punizione (es. note, uscire dalla classe, colloquio con la direttrice, ecc.).

- Una PUNIZIONE deve durare abbastanza fino a quando l'alunno punito ha compreso veramente di aver sbagliato!

- Se uno non rispetta le regole, dopo le prime punizioni (ad esempio, tre punizioni), si deve dare la SOSPENSIONE dalla scuola per alcuni giorni.

- Per me la PERSONA che disturba, durante la lezione, andrebbe IGNORATA sperando che alla fine si decida a smettere!

- Quando una persona alza le mani, se la maestra non si accorge dell'accaduto dovrebbe CHIEDERE SPIEGAZIONI a chi ha ricevuto la scorrettezza!

Riflessioni anonime, 5^ B

martedì 20 novembre 2007

Imparare facendo

Il bambino, messo in condizione di utilizzare strumenti come il computer, è capace di comprendere concetti anche complessi ed astratti (pensiero di Piaget e Papert).

Credo nei metodi e negli strumenti che possano favorire forme di apprendimento collaborativo ed attivo, cioè basato sul "learning by doing".

L'uso del BLOG in classe ha permesso a ciascun alunno di comprendere e gestire al meglio l'impatto emotivo di alcuni problemi vissuti a scuola ed in famiglia.

Questa esperienza, mediante l'uso di nuove tecnologie, ha dato a me ed ai miei alunni la possibilità di sperimentare una modalità di interazione stimolante per realizzare una nuova via di insegnamento/apprendimento.

giovedì 15 novembre 2007

Io immagino di...

- ...visitare il museo di Van Gogh per vedere le sue opere con la mia famiglia. Vorrei sapere qual è il titolo dei suoi quadri, so che il suo quadro più famoso è "Il cielo stellato".
VEGETA

- ...trascorrere una giornata diversa dalle altre, quando mi sento solo e mi annoio.
MAJIN VEGETA

- ...trascorrere una giornata speciale.
Io e la mia famiglia andiamo all'aereoporto e prendiamo l'aereo diretto a Londra. Dall'aereoporto chiamiamo un taxi per farci portare al palazzo della Regina Elisabetta. Arrivati a palazzo reale, mi faccio coraggio ed entro: lì ad aspettarmi c'è la Regina in persona! Appena la vedo noto che non è come le regine dei cartoni ma speciale: ha un vestito color oro, con tutti ricami di seta, ha delle scarpe di pelle molto elegantiin testa, ha una corona d'oro con diamanti e rubini. La saluto e lei mi risponde dicendo: "Hello and welcome" (in italiano vuol dire "Ciao e benvenuti!").
VANESSA

- ...trascorrere una giornata da sola con Vanessa Ferrari, una ginnasta campionessa: è stato sempre il mio sogno.
MINNIE

Alcuni ragazzi di 5^A

martedì 13 novembre 2007

Una libreria virtuale

Andando qui
scoprirete tutti i libri
del bravissimo Roberto Piumini.

domenica 11 novembre 2007

L'autunno

Vi segnalo un bel sito che presenta una raccolta di poesie ed un altro che propone ricette con castagne. Slurp... :)

Buona domenica a tutti!

martedì 6 novembre 2007

I tempi più difficili di mia nonna

Nel 1922 nacque mia nonna.

Mia nonna si chiama Maria. Non era figlia unica ma unica femmina: aveva cinque fratelli e tutti più grandi di lei.
Quando nacque Maria la vita cambiò e la mamma non ce la faceva più e faceva lavorare tutti i fratelli.

Quando aveva 8 anni è ritornato suo padre a casa, che non aveva mai visto. Lei era fiera di suo padre che si trovava in guerra, quindi non piangeva ma diceva sempre che suo papà era il migliore padre anche se non lo conosceva. Da quando era nata, sua mamma le raccontava tante cose che non erano fiabe ma vere.

Quando Maria ha fatto 10 anni il papà è tornato a casa perchè non ce la faceva più senza i suoi figli e sua moglie. Il suo viaggio è durato 2 anni e quando è arrivato a casa nessuno lo sapeva e dopo 10 mesi si è fatta la festa.

Dopo 10 mesi il padre doveva andare di nuovo in guerra e se ne andò, anche se lo sapeva che questa non era la sua ultima guerra, portando con sè la famiglia e durante il viaggio sua moglie andò all'ospedale. Quindi lui non andò più alla guerra ma all'ospedale. Ma al posto che muoia la mamma muore il padre perchè era troppo preoccupato per lei. Così la figlia si ricordò per sempre di lui.

Anche io penso che è un padre meraviglioso perchè è morto per sua moglie.

Sharpay, 5 B

Giochi d'infanzia

Mi ricordo di quando ero in Romania.


Era una vita bellissima e diversa da qua. C'era tanta libertà: i bambini non erano inseguiti dai genitori quando uscivano fuori; le porte dei palazzi non erano chiuse a chiave, erano spalancate e i bambini andavano a trovarsi e a chiamarsi per giocare fuori. Poverini i nostri genitori perchè aprivano le finestre e ci chiamavano a casa per lavarci o andare a dormire.


Sono i più bei ricordi della mia infanzia!

Elisabet, 5^B

lunedì 5 novembre 2007

Crescere

La luce

è

il tempo,

il sapere

della felicità

di gioire.

Il sapere

dell'inconsapevolezza

dell'Uomo,

la crescita della sapienza

del dolore

e

della passione.


SOLIER, 5^B

domenica 4 novembre 2007

Grazie!

Salve a tutti sono un ex alunno della Maestra Maria e ci tenevo a dirvi che con lei passerete gli anni più belli della vostra vita anche chi non simpatizza la scuola, ma con lei non si studia come si fà con: Storia,Geografia,Inglese,ecc...

Con la Maestra si impara la materia più bella del mondo Ed. Emotiva che si espande attraverso il blog e da lì si possono conoscere amici nuovi o con i post, certe volte, si fà pace con gli altri...

Io devo il mio sfogo di emozioni proprio alla Maestra che mi ha fatto capire che dentro al cuore ci sono le emozioni e tutti quelli che ami e mi ha insegnato perfino a sentire gli altri però non con le orecchie,ma con il CUORE!!!

Ti ringrazio Maestra per tutto quello che hai fatto per me e per tutti gli ex compagni delle 5^ e avrei voluto che questi 2 anni insieme fossero 2000.

Grazie!!!
IL CAVALIERE NERO!!!

venerdì 2 novembre 2007

STOP A QUESTO MORTORIO!

Basta!!! Che mortorio che è diventato questo blog (chiedo scusa per il brutale commento) senza la tagboard questo blog è diventato come una lezione di geografia con la mia prof. Nessuno anche se non è una festa italiana si è ricordato di halloween...almeno per ora, RAGAZZI!!!!!! di quarta quinta prima svegliatevi ora tocca a voi mandare avanti questo blog perchè solo con voi può essere divrtente andiamo non si può stare sempre a parlare del cane o del gatto serve un po'di adrenalina dai lo dice persino una canzone quindi invece di starvene tre ore ai giardini a sporcarvi di fango accendete il computer e usate la tastiera, oppure prendete carta e penna e inventate pensate fate qualcosa c'è rimasto solo iverson che dà un po' di spirito insomma prendete da lui...anzi vi insegno una regola che mi hanno insegnato a scuola (OGNI TANTO SERVE A QUALCOSA) si chiama LA REGOLA DEL P.O.R.C.O.(SI LO SO è BUFFA MA UTILISSIMA PURE PER FARE I TEMI):

P=PENSA (aspetta a scrivere prima pensa a cosa dire)

O=ORGANIZZA (fai una traccia dei punti da svolgere)

R=RIGURGITA (butta fuori esprimi tutti i pensieri che hai in testa)

C=CORREGGI (rileggi con calma almeno 2 volte)

O=OMETTI (togli tutto ciò che non è necessario).

ANONIMO, EX ALUNNA