martedì 16 ottobre 2007

Chiodi come Ferite

C'era una volta un ragazzo con un pessimo carattere. Suo padre gli dà un sacchetto pieno di chiodi e gli dice di piantarne uno nella palizzata del giardino ogni volta che perde la pazienza e/o che bisticcia con qualcuno. Il primo giorno ne pianta 37 nella palizzata del giardino. Le settimane seguenti, impara a controllarsi e i numeri dei chiodi piantati nella palizzata diminuisce di giorno in giorno: scopre che è più facile imparare a controllarsi che piantare i chiodi. Finalmente, arriva il giorno in cui il ragazzo non pianta nessun chiodo nella palizzata. Allora va dal padre e gli dice che oggi non ha avuto bisogno di piantare nessun chiodo. Suo padre allora gli dice di levare un chiodo dalla palizzata per ogni giorno che riesce a non perdere la pazienza. I giorni passano e finalmente il ragazzo può dire al padre che ha levato tutti i chiodi dalla palizzata. Il padre conduce il figlio davanti alla palizzata e gli dice: « Figliolo, ti sei comportato bene ma guarda quanti buchi hai lasciato nella palizzata» Non sarà mai come prima. Quando litighi con qualcuno e gli dici delle cose cattive, gli lasci delle ferite come queste. Puoi infilzare un uomo con un coltello, e poi toglierlo, ma lascerai sempre una ferita. Poco importa quante volte ti scuserai, la ferita rimarrà. Una ferita verbale fà altrettanto male di una fisica.
Gli amici sono dei gioelli rari, ti fanno sorridere e ti incoraggiano. Sono pronti ad ascoltarti quando hai bisogno, ti sostengono e ti aprono il loro cuore. Mostra ai tuoi amici quanto li ami.

5 commenti:

Sergio ha detto...

Bella questa storia sull'amicizia. L'avevo letta e/o sentita molto tempo fa e me l'ero scordata.
Grazie per avermela ricordata.

IL CAVALIERE NERO ha detto...

Hai scritto un post molto intenso e sei riuscita o riucito a far esprimere il tuo cuore liberamente senza qualcuno che ti bloccasse.
Sei una persona speciale chiunque tu sia.
Anche io avevo la tua maestra di ed. emotiva e ti assicuro che è la maestra più brava e gentile del mondo che ti fà ridere ti fà ascoltare dagli altri e ti aiuta nei momenti difficili.
Io ora faccio la 1 media sempre quì e sono sicuro che ti conosco.
Ciao e salutami la maestra Maria!

maria ha detto...

Caro CAVALIERE NERO,

grazie della visita e delle belle parole! Tuttavia, non è stato un mio alunno a scrivere queste belle e profonde parole...Le ho lette da qualche parte ma non sono riuscita a scoprirne l'autore.

Come procede la scuola media? Stiamo sullo stesso corridoio, ma ci divide una vetrata. L'altra mattinata siete usciti in tanti per salutarmi ma poi sono andata via perchè mi sono accorta che la vostra prof vi stava richiamando!!

A presto :)
Maestra Maria

IL CAVALIERE NERO!!! ha detto...

ciao maestra ti volevo dire che ho avuto dei problemi con il computer e non ti ho potuto spedire la mail
ma ti prometto che al più presto ti scriverò quel benedetto post...

maria ha detto...

Ciao Cavaliere Nero,
hai mantenuto la PROMESSA...hai scritto un post che mi ha fatto commuovere tanto!

Grazie :)
Sappi che anche tu e tutti i tuoi compagni di 5^A avete insegnato a me cose preziosissime che non dimenticherò!

Un caro saluto e BUONA VITA!
Maestra Maria