lunedì 2 aprile 2007

Il rapporto madre-figlia: nemiche o amiche!

"Finalmente"...anche se un po' scombussolata...sono rientrata in città!! Ogni volta che mi capita di stare per periodi prolungati lontani da Bologna mi chiedo come si possa abitare in centro città!! Abituata tra i rumori e gli odori della campagna, è un'agonia stare tanto tempo in zone "densamente popolate"...io sono abituata a camminare in mezzo alla strada tranquillamente tra le vie attorno a casa mia...in città c'è da avere paura camminando sotto uno dei tanti portici di cui Bologna è famosa!!!!
A parte queste lamentele (SCUSATE!!), devo dire che in questi giorni mi è capitato di osservare attentamente il comportamento di mia mamma! A causa di un cambiamento che presto vedremo in famiglia, ho sentito la mamma aprirsi in un modo inconsueto...ma è stato bello! A volte i figli sanno davvero poco dei genitori. Ad esempio, io so ben poco dei trascorsi sentimentali dei miei genitori (a parte qualche piccolo particolare...ma davvero piccolo)! Io non credo che mamma e figlia possano essere amiche...nel senso che un conto è un rapporto di amicizia, un altro è il rapporto con un genitore...ci sono dei ruoli da rispettare! Certo non bisogna essere nemmeno nemiche!! Ma confidarsi di tanto in tanto è piacevole. Anche ai figli di tanto in tanto fa piacere ascoltare i vissuti dei genitori!
Voi che ne dite: madri e figlie possono essere amiche? Qual è il vostro rapporto con la vostra mamma o con la/e vostra/e figlia/e?

2 commenti:

maria ha detto...

Cara Silvia,
condivido le tue considerazioni...
I RUOLI dovrebbero essere ben distinti, sempre con RISPETTO - ASCOLTO e DIALOGO. Non sempre, però, si riesce a vivere un rapporto sano e costruttivo...soprattutto in certi periodi di crescita dei figli!

Grazie di questo interessante post!

Maria

silvia ha detto...

Certo...ogni età ha i suoi bisogni e le sue necessità...forse in casa mia ora ci si può aprire un po' più facilmente perchè tutti noi (figli) siamo cresciuti, dato che abbiamo un'età compresa tra i 20 e i 26 anni!! Anche se non sempre succede questo...certo, però, il dialogo dovrebbe esserci sempre, anche se poi i contenuti possono essere diversi a seconda della maturità, dell'età e da tanti altri fattori che coinvolgono i figli!