lunedì 5 marzo 2007

Una persona speciale/4

Sai maestra, io all'inizio dell'anno ho fatto uno sbaglio e me ne pento perchè dicevo che ***** c'abbiamo ..., invece no! Ora mi dico che è grazie a lui (un po') che trascorro giornate felici perchè, mentre la maestra detta, io sto un po' col la testa fra le nuvole: con i suoi urli e i suoi battiti di mani, la mia testa torna a posto per trascorrere la giornata, mi fa diventare felice per scherzare e la cosa più importante ma fa tornare l'impegno per fare gli esercizi sul libro e sul quaderno. Sai maestra, anche se a mensa ci butta l'acqua addosso non è colpa tutta sua, perchè lui ha problemi e noi dobiamo aiutarlo, ma non con medicine ma con l'affetto e la gentilezza verso lui.

LECCAGRIGLIE

3 commenti:

silvia ha detto...

Le medicine faranno il loro dovere...ma gli MICI possono dare tutto l'affetto che possono...e, questo, dal punto di vista emotivo, dà più sollievo di qualsiasi medicinale!

"Lui ha problemi e noi dobiamo aiutarlo, ma non con medicine ma con l'affetto e la gentilezza verso lui."

CONTINUATE DAVVERO COSI' RAGAZZI!! Non vi conoscerò...ma sono FIERA di voi!!

dADO mISTICO ha detto...

è MOLOTO BELLO QUELLO CHE AI SCRITTO ANCHE PERCHè ......è MOLTO LEGATO ALLE PERSONE CHE STANNO CON LUI E CHE LO FANNO SENTIRE COME GLI ALTRI VORREI SAPERE ANCHE GLI
ALTRI CHE NE PENSANO

SPERO IN ALTRI POST SULL'ARGOMENTO

maria ha detto...

Caro LECCAGRIGLIE,

è stato molto bello da parte tua riconoscere di aver sbagliato all'inizio dell'anno! Sai, a volte nemmeno gli adulti riescono (o vogliono) ammettere di aver fatto qualche errore!

Ha ragione Silvia, continua così!

BRAVO!

Maestra Maria