lunedì 26 febbraio 2007

Una chiacchierata piacevole!

Ero appena uscita da una biblioteca, quando ho incontrato una signora sulla settantina (mi perdonerà la signora se sbaglio l'età!!). Mi chiede: "Scusi, signorina...non è che mi darebbe una mano?!". E io: "Mi dica pure...per fare cosa?!"...non mi ero accorta che in mano aveva una sporta gigante che conteneva un'altretanto gigante tanica (VUOTA, fortunatamente!!): "Non è che mi porterebbe questa fino a casa?!". Come potevo rifiutare la richiesta?! Abbiamo passeggiato per un po'...lei mi diceva: "Ma le belle ragazze sono sempre anche gentili! Se lei non fosse stata una bella ragazza non l'avrei nemmeno fermata..."...su questo avrei MOLTO da ridire...bellezza non è sempre sinonimo di gentilezza, ma non sono mai riuscita a contraddirla. Poi ha iniziato a raccontarmi di com'era Bologna quando lei era piccola, di come oggi non sia più bella come un tempo! Ma è stata proprio una conversazione piacevole!

Pensavo...quando capitano queste occasioni, in cui poter fare qualcosa, anche se di molto piccolo, per gli altri, fa un enorme piacere! Senti nel tuo piccolo di aver fatto del bene...in modo pratico...anche se è qualcosa di ESTREMAMENTE PICCOLO...e questo è davvero soddisfacente...non siete d'accordo anche voi??

3 commenti:

maria ha detto...

Spesso le cose ritenute piccole da qualcuno risultano...GRANDI per altri! ;-)

Ci si sente davvero bene ad aiutare qualcuno! ;-)

Maria

Robi ha detto...

Anche riuscire ad essere definiti "affidabili" ad uno sguardo è una dote importante perchè queste scene possano presentarsi. E non credo che gli anziani si fidino più del primo che passa, anzi. Ma riuscire a trasporre il sorriso del cuore sul sorriso del viso, non è cosa da tutti !

silvia ha detto...

Quasi mi fai piangere, Robi!!!
GRAZIE!!
Beh, è vero, anche noi ormai non ci fidiamo più del primo che passa...figuriamoci le persone avanti con gli anni!! Certo, la situazione è stata inusuale...ma questa "affidabilità" credo sia "ereditaria"...un aneddoto di qualche giorno fa: passeggiavo con la mamma e salutiamo una signora (che non conoscevamo) perchè i nostri sguardi si erano incrociati! Beh...questa signora ha iniziato a parlare con la mamma e si è messa a piangere a dirotto, dicendoci che abitava sola e raccontandoci un po' della sua vita!! Per questo dico che forse c'è un po' di "ereditarietà"...o, comunque, predisposizione!!

GRAZIE ANCORA, Robi!!