mercoledì 17 gennaio 2007

w la creatività

Conoscete il significato di poesia visiva?... Le parole che la compongono sono disposte in modo tale da richiamare l'idea della cosa di cui si parla. Con le tavole parolibere si spostano le lettere per ottenere particolari effetti grafici e figurativi; ad es., si possono ottenere immagini ritagliando pezzi di scrittura o di lettere e rendendo illeggibile la scrittura. Con la tecnica del collage, invece, vengono utilizzate immagini, soprattutto fotografiche, unite insieme a ritagli di scrittura (ad es.: foto pubblicitarie corredate con titoli di giornale). Vi invito a scrivere la vostra poesia creativa: disegnate a matita (con tratto leggero) i contorni di un oggetto (o animale, fiore, ecc.) e su di essi scrivete la sua descrizione...cioè fatelo parlare! Presto cominceremo a sperimentare le due tecniche in classe.

4 commenti:

silvia ha detto...

BUON LAVORO!!!

TITTI e FIBI ha detto...

NOI QUESTA MATTINA ABBIAMO USATO LA TECNICA VISIVA. IO (TITTI) HO FATTO IL RAGNO CON LA SUA STORIA E FIBI HA DISEGNATO UNA PALLA ALLEGRA E SORRIDENTE.QUESTA TECNICA CI E' PIACIUTA MOLTO E LA VORREMMO RIUSARE ANCORA.

maria ha detto...

Brave Titti e Fibi! Siete state brave. Ripeteremo sicuramente l'esperienza creativa...Ok!

maestra maria

Anonimo ha detto...

Per le tavole parolibere puoi far vedere ai tuoi alunni quelle futuriste.
Restano ancora le migliori.
Mi raccomando. Falli diventare futuristi questi bambini! ;->
ciao!