giovedì 31 agosto 2006

segnalazione per il BlogDay

Poco fa ho scoperto che "La Scuola raccontata ai nostri Figli" è stato segnalata qui da CoRobi, inserendola tra i 5 blog meritevoli di essere ricordati. Grazie! p.s. ovviamente il riferimento alla medaglia è solo giocoso!

mercoledì 30 agosto 2006

Lettera ad un insegnante

di Vittorino Andreoli

Lo scrittore sceglie di parlare ad un insegnante, la cui figura risulta fondamentale perché ha uno dei compiti più importanti e difficili nella società: "allevare" le giovani generazioni. Un ruolo che deve essere rivalutato e riconosciuto: per questo Andreoli sottolinea la necessità che l'insegnante, oltre a fornire un'istruzione di qualità, sia profondamente convinto della funzione educativa del proprio lavoro e abbia la capacità di accogliere, guidare, ascoltare.
alcuni passaggi del libro:
"...La scuola dell’obbligo, deve essere un ambiente in cui si esperimenta il gruppo e come si vive in gruppo..."
"...I vantaggi di un cambio di strategia che ponga la classe al centro dell’insegnamento: il gruppo invece che il singolo. Lo spirito di gruppo, il legame, la solidarietà, l’interesse per l’altro che non è mai considerato un antagonista, un nemico, ma un compagno di squadra, di classe: una rete che tiene insieme, una rete che lega tutti..."
"...La scuola deve insegnare a vivere, a vivere meglio, a promuovere alleanze tra compagni per un aiuto comune a imparare e a vivere e non per fare della classe un campo di guerra, una corsa a sgambetti per una classifica della stupidità..."
p.s. qualcuno di voi l'ha letto?

Perchè dare nomi agli uragani?

I primi casi in cui vennero assegnati dei nomi agli uragani risale a circa 2 secoli fa, intorno al 1825; nelle zone Caraibiche si usava dare come nome quello del Santo del giorno in cui l’uragano si manifestava. Negli Stati Uniti la pratica di assegnare nomi agli uragani incominciò invece nel periodo della 2a guerra mondiale. Naturalmente i nomi erano esclusivamente femminili (forse per ingentilire un fenomeno così brutale) e questo fin nel 1978, quando prima per la zona del Nord-Est del Pacifico e nell’ anno successivo anche per quella Atlantica e del Golfo del Messico, si affiancarono ai nomi femminili quelli maschili. Ma mi sono sempre chiesta quali fossero i motivi che portavano a chiamare un certo uragano in un certo modo. Il motivo? I nomi vengono assegnati in ordine alfabetico ogni anno!! Per ulteriori informazioni visitate questo sito: http://www.korazym.org/news1.asp?Id=14530

lunedì 28 agosto 2006

L'eredità della maestra

Qualche giorno fa si è riunito, in un paese degli Abruzzi, un gruppo di ex-alunni che ha frequentato la prima classe nel '71 ad Orsogna (Chieti). La loro maestra elementare ha lasciato in eredità, ai quarantenni di oggi, 25 mila euro ed i suoi libri, ma ad una condizione: i soldi non possono essere usati separatamente, ma destinati consensualmente a scopi benefici. Un gesto significativo di una persona eccezionale che rimarrà nel cuore di chi l'ha conosciuta!

Riflettere con i bambini

Alcuni giorni fa, un racconto sui pianeti (tratto dalla Pimpa, il personaggio di Altan) ha fatto nascere a tavola una riflessione sulla rotazione della terra. Non sono, però, state sufficienti le nostre spiegazioni fornite ai bambini! Così un mio amico mi ha suggerito di fare un esperimento pratico: "Quando vai in macchina fai cadere una pallina (o qualsiasi altro oggetto di forma rotonda): lasciala cadere dalla mano che sta sopra e tieni sotto l'altra mano. Anche se la macchina va veloce, la pallina cadrà dritta, percorrendo dieci o venti metri, nel frattempo che cade; ecco perché non ci accorgiamo che la terra ci gira sotto i piedi, perché mentre crediamo di saltare in verticale in realtà siamo lanciati anche in avanti dal moto stesso della terra, alla velocità di circa 17 mila chilometri orari, la stessa velocità alla quale sia l'aria, sia la terra si muovono sotto i nostri piedi, quindi ricaschiamo esattamente dove cadremmo se la terra stesse veramente ferma. Per approfondire: appunti di astronomia pendolo di Foucault

Ricetta per non ferire gli altri

Ci sarebbero tante cose da dire in merito! Ma la prima cosa che mi viene in mente, dopo una discussione animata, è questa: forse, a volte, per non ferire gli altri basterebbe eliminare dal proprio vocabolario 4 parole. Quali?? Le parole sono tutto, niente, sempre e mai. Volete qualche esempio di frasi che feriscono?! “Tu non capisci mai niente!!” oppure “Sbagli sempre tutto!!”. È veramente possibile che una persona non capisca mai niente?! O è possibile che una persona possa sbagliare sempre tutto?! Queste sono frasi che feriscono perché fanno sentire l’altra persona assolutamente incapace di qualsiasi cosa…e se questo vale per le persone un po’ cresciute…figuriamoci per i bambini!!!

domenica 27 agosto 2006

La città in tasca

Ciao! Ieri sono stata nei pressi delle Terme di Caracalla per partecipare a questa interessante iniziativa per bambini! Burattini, sumo boing, giochi, libri, fumetti ed altro ancora fino al 10 settembre. Buon divertimento! foto

sabato 26 agosto 2006

venerdì 25 agosto 2006

Favorire l'autostima dei bambini!

I bambini vanno incoraggiati, sempre! Innanzitutto, dobbiamo fare qualcosa... 'con loro' e non solamente 'per loro'. Quando, poi, parliamo di noi stessi evitiamo di parlare sempre al negativo (sono stanco, sono vecchio, non ne sono capace, ecc.) ma cerchiamo di dire: "Ci provo!". Se i loro comportamenti risultano sbagliati evitiamo di giudicare loro come persone cattive, ma facciamo notare solamente l'azione sbagliata. Aiutiamoli a ridere di loro stessi, facendolo prima di tutto con noi stessi; Approviamo gli sforzi personali quando fanno il loro dovere, anche se il risultato non è eccelso...l'importante è avercela messa tutta! A volte noi adulti facciamo dei danni, inconsapevolmente, irreparabili!!

Logo blog

giovedì 24 agosto 2006

Le università discount

I più critici hanno così definito la nuova proposta della specie “3X2”…una sorta di “prendi tre e paghi due” nel campo dell’istruzione. Cosa si intende? Si intende che iscrivendosi ad alcuni corsi, come Matematica o Chimica, cioè i corsi scientifici con il minor numero di iscritti, le Università hanno proposto di far pagare solo le tasse degli ultimi due anni per rilanciare le discipline scientifiche. Ma, al contrario, non occorrerebbe, invece, una rivalutazione culturale di queste discipline?

Lavori in corso!

In questi giorni sto letteralmente impazzendo con l'HTML! Ieri sera tardi, poi, ho cancellato per errore tutto il 'sudore' dei giorni scorsi...ora pian piano sto recuperando i pezzi di codice...ma ancora non è tutto a posto. Troverete ancora delle ripetizioni...insomma meglio abbondare che deficere! Adesso ritorno a...sudare!

Cosa è la TagBoard?

Ieri ho inserito una specie di lavagnetta azzurrina su cui è possibile lasciare saluti, commenti, richieste, quesiti. Basta solo inserire il proprio nome e l'URL (o account).
Dai Silvia, comincia tu!!! ^__^

61 scatti in contemplazione

Ieri sera ho visitato, insieme ad una mia collega, la mostra del regista tedesco Wim Wenders intitolata "Immagini dal pianeta Terra" (fino al 27 agosto, alle Scuderie del Quirinale a Roma) che mi ha lasciato a bocca aperta per l'assoluta ricchezza visiva! Si tratta di 61 foto che il regista tedesco ha realizzato in più di vent'anni, durante le sue riprese cinematografiche. Alcune di esse arrivano ad essere lunghe fino a 5 metri e per le quali è stata usata una macchina panoramica. Sono paesaggi sconfinati che mostrano elementi nascosti delle culture del mondo. Si tratta di un viaggio attraverso molti luoghi "alcuni dei quali stanno scomparendo o sono già scomparsi, il cui ricordo dovrà aggrapparsi alle immagini che abbiamo mentre altri luoghi sopravviveranno anche dopo di noi". La bravura del regista consiste nell'aver catturato con la macchina il respiro del paesaggio per regalarlo alla contemplazione dello spettatore. fonte
"I luoghi hanno memoria. Ricordano tutto. Il ricordo è inciso nella pietra. È più profondo delle acque più profonde. È come sabbia delle dune, che si sposta di continuo." (Wim Wenders)

mercoledì 23 agosto 2006

L'ultima telefonata

Abbiamo assistito ultimamente alla divulgazione in televisione e sui giornali delle telefonate fatte dalle persone che si trovavano all'interno delle Twin Towers poco prima che crollassero...ma è proprio giusto sentire le parole di persone che gridano "Sto per morire...sto bruciando"...è giusto aumentare il dolore dei parenti con la divulgazione di quelle telefonate strazianti?? Non so...

help!

Chi può suggerirmi il download più semplice (e compatibile con Blogger) per far visualizzare i "commenti recenti" lasciati sul blog? Grazie per gli eventuali help!

Come orientarsi nella scelta universitaria

Esiste un servizio utile per lo studente 'disorientato' che non sa decidere il suo percorso universitario! Il Consorzio Interuniversitario AlmaLaurea (nato dal servizio delle università, dei laureati e delle imprese), a cui aderiscono 48 atenei, ha messo infatti a punto un Test on line. Ai miei tempi...non esisteva questo tipo di supporto, sich!

Le azioni inconsapevoli

Quando sto in classe noto che alcuni bambini si dondolano sulla sedia (fino a cadere per terra!), altri si toccano i capelli ed altri ancora si mettono la penna in bocca! Sono azioni inconsapevoli perchè, essendo divenute frequenti, si sono trasformate in gesti automatici (pensiamo, per es., a quando si guida la macchina...). Le azioni inconsapevoli possono a volte creare nel bambino qualche problema perchè non è sufficientemente attento in ciò che sta pensando, facendo e parlando! Se i bambini fossero più presenti mentalmente sarebbero maggiormente consapevoli delle proprie sensazioni in un dato momento. Ma ciò succede anche a noi adulti...c'è chi scarabocchia su un pezzo di carta (ad es., quando si parla al telefono) o chi fa avanti ed indietro quando spiega una lezione, ecc. Oppure?...

martedì 22 agosto 2006

Partecipi al BlogDay?

Se sei un blogger e ti piace scoprire i migliori blog presenti sulla rete allora mettiti subito al lavoro...cerca e seleziona i 5 migliori blog per originalità e contenuto. Infatti, il 31 Agosto p.v. i bloggers di tutto il mondo segnaleranno le loro preferenze, scrivendo una breve descrizione dei blog ed inserendo un collegamento ai blog raccomandati. Come fare? Dovrai: 1) Scrivere il BlogDay Post; 2) Notificare ai 5 blogger che li raccomanderai durante il BlogDay 2006. 3) Aggiungere il tag del BlogDay usando il seguente collegamento: http://technorati.com/tag/BlogDay2006; 4) Inserire un collegamento al sito del BlogDay: http://www.blogday.org/
Buon lavoro!

Tricotillomania

Sapreste dirmi cosa vuol dire questo termine? Sono rimasta sbalordita di fronte al dato che è una mania che colpisce anche, e soprattutto, i bambini!!

Ascolta il tuo corpo!

Molto spesso non ce ne rendiamo conto, ma il termometro del nostro benessere emotivo arriva dal respiro e dalla posizione del corpo (per es., braccia distese o conserte, gambe accavallate o allungate, spalle rigide, respiro profondo, ecc.). In un corso di training autogeno, di alcuni anni fa, ho appreso tutte le principali tecniche per poter mettere una persona nella condizione di potersi rilassare! Durante le esercitazioni, tutti noi partecipanti facevamo le cavie...un'esperienza davvero indimenticabile! Subito dopo il corso, sperimentavo le tecniche ovunque....addirittura in piedi sull'autobus! Se prestiamo attenzione ai messaggi che ci arrivano dal corpo, possiamo capire se stiamo bene o se qualcosa sta andando storto! Forse è banale quanto ho scritto, ma lavorando con i bambini ho imparato due cose essenziali: a) parlare sempre in modo chiaro e semplice; b) non dare mai per scontato nulla!

lunedì 21 agosto 2006

Vivere nel terrore

La leader della comunità marocchina scrive al Ministro dell'Interno, Giuliano Amato: "Le donne musulmane oggi vivono nel terrore. I documenti vengono sottratti loro dai mariti o dai padri all'arrivo in Italia e, peggio ancora, non viene richiesto per loro il rinnovo del permesso di soggiorno per ridurle alla clandestinità...Ma molti problemi riguardano anche i casi di divorzio. Le donne sposate in Marocco, ma residenti in Italia, devono tornare nel loro Paese per ottenere il divorzio, ma se lo fanno all'insaputa del marito sono colpevoli di abbandono del tetto coniugale. L'uomo, invece, è libero di viaggiare, tornare in Marocco e annullare il matrimonio ottenendo le condizioni a lui più favorevoli, oppure può decidere di sposare altre donne..." Ma è forse colpa dell'Islam? Non credo...la colpa è forse del maschilismo di un'intera società! L'islamismo

Ascoltare e riconoscere le nostre emozioni

Provate a pensare in terza persona quando una forte emozione accompagna le situazioni della vita quotidiana...Credete che sia complicato?! Ma no, è solo una questione di esercizio introspettivo, fatto giorno dopo giorno. Se riusciamo ad individuare le varie emozioni, potremo capire meglio ciò che accade intorno a noi e ciò che desideriamo in quel momento.
Intanto, proviamo a fare un elenco delle emozioni:
1) Gioia;
2) Tristezza;
3) Calma;
4) Rabbia;
5) ?
continua tu...

il gioco della campana

Poco fa ho riguardato per l'ennesima volta i lavori straordinari di Antonello Silverini...uno di questi mi ha fatto ricordare la mia infanzia, quando per le strade del mio paese mi divertivo, senza sosta, con le amichette al gioco della campana!!! Che bei ricordi, che bel periodo di grande spensieratezza...purtroppo i bambini che sono nati nei posti di guerra sono costretti a crescere in fretta!
immagine: A. Silverini

domenica 20 agosto 2006

milioni di persone in rete!

Ieri sera ho seguito l'intervista, rivolta al direttore di Splinder, su SKY TG 24 che mi ha fatto molto riflettere. Pare che in un futuro non molto lontano vedremo molta più pubblicità in rete...ormai molta più gente trascorre il proprio tempo libero al computer piuttosto che alla tv. Spero, però, che il gusto di leggere un bel libro non si perda mai...e neppure di chiacchierare con una persona amica!!!

Capire figli...come Silvia

Da quando ho scritto questo post, è cominciata la mia avventura con Silvia! In questi mesi ci siamo scambiate idee e riflessioni su varie tematiche e con ruoli diversi...da insegnante a studentessa, da mamma a figlia! L'esistenza di questo blog ha permesso ad una ragazza, quasi ventenne, di avvicinarsi al mondo della scuola in modo libero e piacevole. I miei alunni sono molto più piccoli di Silvia e, quindi, meno autonomi di entrare in relazione con me su questo spazio. Spero che con l'inizio del nuovo anno scolastico possano invece collegarsi con più facilità. Sono fiduciosa...intanto sto già preparando la nuova programmazione annuale con delle integrazioni molto interessanti!

sabato 19 agosto 2006

il blog dell'insegnante...perchè?

Prima di aprire un blog personale, mi sono chiesta...perchè anch'io? Di seguito le mie risposte.

1) per costruire un filo diretto con i miei alunni;
2) per far comprendere meglio il laboratorio sull'educazione emotiva ai genitori dei miei alunni;
3) per far conoscere la mia esperienza;
4) per creare uno spazio di incontro con tutti coloro che sono interessati alle problematiche della scuola;
5) per raccontare e condividere la mia professione;
6) per entrare nel mondo virtuale degli insegnanti;
7) per capire figli...come Silvia;
8) per scoprire persone sensibili...come Fatima;
9)per imparare da altri...come Maria Teresa, Renato, Antonio, Sergio, Renata;
10) per incontrare gente frizzante...come Olivia;
11) ?

Sono sufficienti 10 motivazioni per aprire e mantenere un blog?
foto: G. Newman

venerdì 18 agosto 2006

Missione o ripiego?

Ho sempre pensato e creduto che quella dell'insegnante fosse una vera missione! Purtroppo a volte mi succede d'incontrare colleghi che hanno perso, o non hanno mai avuto, l'entusiasmo e lo smalto che solitamente contraddistingue l'inizio di questa carriera (!!!). Capisco la delusione e l'insofferenza che accompagna tutti noi di anno in anno, con l'avvicendarsi dei vari ministri dell'istruzione ma...cosa diremo un giorno ai bambini di oggi? Scusa se non ti ho trasmesso la curiosità e la voglia di studiare, ma non ero molto in forma per via della Moratti (o simili)!!! Noi docenti dovremmo garantire, nonostante tutto, un servizio professionalmente valido. Diversamente, non facciamo altro che confermare la cattiva nomea che già contraddistingue questa categoria, sich!!! Per fortuna, conosco anche colleghi professionalmente validi e che fanno questo mestiere con serietà.

giovedì 17 agosto 2006

l'amicizia

Un sentimento bello, che ti riempie il cuore di gioia...quando si attraversa un periodo difficile si può pian piano uscire dal tunnel della sofferenza se ci si lascia accompagnare per mano dall'amico. Questo post lo voglio dedicare ad una persona che forse è in difficoltà...e voglio dirle che io ci sono!

un nuovo membro...la mia presentazione!

I frequentatori di questo blog ormai mi conoscono...per questo non credo ci sia bisogno di grandi cerimoniali...ma per presentarmi meglio ho deciso di pubblicare una parte di un articolo di un autore che amo molto, Paulo Coelho, che ben descrive il mio atteggiamento di fronte alla vita:

"Manuale per scalare le montagne

1) Scegli la montagna che desideri scalare. Non lasciarti trascinare dai commenti degli altri. Giacchè raggiungere l'obiettivo di costerà molte energie e tanto entusiasmo, dovrai essere l'unico responsabile della tua scelta.
2) Apprendi da chi ha già compiuto quel percorso. Per quanto tu ritenga di essere unico, c'è sempre qualcuno che ha inseguito il medesimo sogno prima di te e ha lasciato segnali che possono rendere più facile il tuo percorso.
3) Rispetta il tuo corpo. Cammina senza pretendere ciò che non può esserti dato. Se procederai troppo in fretta, ti stancherai. Se avanzerai troppo lentamente, potresti essere sorpreso dalla notte.
4) Rispetta la tua anima. Non continuare a ripeterti "Ce la farò". Un'ossessione non fornisce alcun aiuto per il proseguimento dell'obiettivo. Attenzione, però, non continuare neppure a ripeterti "é più difficile di quanto pensassi", perchè un simile comportamento ti farebbe perdere la forza interiore.
5) Preparati a camminare un chilometro in più. Il percorso per raggiungere la vetta della montagna è sempre più lungo di quanto si pensa. Non ingannarti: arriva sempre il momento in cui ciò che sembrava vicino risulta ancora molto lontano.
6) Gioisci quando raggiungi la vetta. Piangi, batti le mani, urla ai quattro venti che ce l'hai fatta. Che bello: ciò che prima era soltanto un bel sogno, adesso appartiene alla tua vita.
7) Racconta la tua storia. Di' a tutti che è possibile, dimodoché altri individui abbiano il coraggio di affrontare le proprie montagne."

mercoledì 16 agosto 2006

il primo membro del blog

Silvia ha accettato di gestire il blog insieme a me...Credo che sarà molto importante il suo contributo nei panni di figlia e studentessa! Buon Lavoro :-)

Imparare l'html

Era da un po' che dovevo assolutamente rivoluzionare il mio blog...anche Sergio ed InOpera mi avevano fatto notare che qualcosa non andava! Così, proprio il giorno di ferragosto, mentre gli altri banchettavano, mi sono lanciata in questa avventura. Ma temo che faticherò un pochino, perchè non amo molto l'html!!! Incrocio le dita e...speriamo bene!

martedì 15 agosto 2006

Scuse tecniche

Chiedo scusa ai lettori se in questi giorni troveranno il blog parzialmente rivoluzionato. Sto cercando di migliorare la grafica, e non solo! Grazie :-)

Zoo e lunapark

Se i bambini di molte famiglie italiane stanno trascorrendo la giornata odierna al mare o in montagna...i miei cuccioli si divertiranno, e spero tanto, visitando lo zoo romano - BIOPARCO - ed il lunapark (a sud della città) - LUNEUR . A proposito...buon ferragosto a tutti!

lunedì 14 agosto 2006

Origini sul ferragosto

di Massimiliano Liverotti

Ferragosto è una festività popolare di mezza estate che coincide con la festa religiosa dell’Assunzione di Maria al cielo, che viene celebrata il 15 agosto. Le più antiche origini di tale ricorrenza vengono riconosciute nelle Consualia, da Conso, dio del raccolto immagazzinato. Anticamente, in questo giorno ci si scambiavano regali, accompagnando questo scambio con l’augurio Bonas ferias consuales; quando il sesto mese dell’anno romano venne intitolato a Cesare Augusto la formula mutò in Bonas ferias augustales, un augurio simile al nostro “Buon Ferragosto”. Infatti fu proprio l’imperatore a decidere di riunire in un unico periodo estivo tutto un complesso di festeggiamenti, i quali venivano chiamate Feriae Augustii o Feriae Augustalis ossia “Feste di Augusto”.

Il ferragosto di Rodari

"Filastrocca vola e va dal bambino rimasto in città. Chi va al mare ha vita serena e fa i castelli con la rena, chi va ai monti fa le scalate e prende la doccia alle cascate... E chi quattrini non ne ha? Solo, solo resta in città: si sdraia al sole sul marciapiede, se non c'è un vigile che lo vede,e i suoi battelli sottomarini fanno vela nei tombini. Quando divento Presidente faccio un decreto a tutta la gente; "Ordinanza numero uno: in città non resta nessuno; ordinanza che viene poi, tutti al mare, paghiamo noi, inoltre le Alpi e gli Appennini sono donati a tutti i bambini. Chi non rispetta il decretato va in prigione di filato".

domenica 13 agosto 2006

Il mio compleanno

Stamane sono rientrata dalla Calabria insieme ai pargoli, dopo aver trascorso una decina di giorni nella mia terra d'origine. Oggi festeggio i miei ... anni in una città semi-deserta e sonnecchiosa!
Le mie vacanze sono ormai finite :-(

mercoledì 2 agosto 2006

il progetto Synapsis in Costa Rica

Per chi non avesse ancora visitato uno dei siti a cui tengo maggiormente, suggerisco di andare qui per dare un'occhiata ad un team internazionale che si è formato nei mesi scorsi e che riflette sulle problematiche scolastiche. Il lavoro verrà presentato (insieme a quello di tutti gli altri teams costituitisi nel corso dell'anno) all'interno di 2WMAPS alla 2° Conferenza Internazionale in Costa Rica sulle mappe concettuali. Questo lavoro sinergico consente di: riflettere sugli aspetti psicologici dell'apprendimento/insegnamento, condividere esperienze condotte sul tema della "diversità" e comprendere la valenza dell'utilizzo delle tecnologie in campo educativo; ed altro ancora. Grazie al lavoro infaticabile del Prof. A. Tifi e dell'Ins. A. Lombardi (ideatori di 2wmaps) tutto procede a gonfie vele! Per approfondire: Etwinning Linz

La vacanza a Creta

Qualche giorno fa gli amici di InOpera mi avevano chiesto di scrivere qualche riflessione sulla mia vacanza in Grecia. Ed io, molto volentieri, li ho accontentati qui!

martedì 1 agosto 2006

una telefonata inaspettata

Questo pomeriggio ho ricevuto la telefonata di Silvia! E' stato davvero emozionante sentire per la prima volta la voce di quella che definirei la persona-chiave che ha caratterizzato maggiormente questo blog (senza nulla togliere agli altri simpatici commentatori), perchè ha sempre condiviso con me questa bella avventura, incitandomi ad andare avanti e credendo costantemente nel mio piccolo progetto! Una ragazza speciale, educata e studiosa, che da poco ha conseguito il diploma liceale con il massimo dei voti con lode. Non si tratta di una bella 'sviolinata', credetemi. Grazie Silvia...goditi il bel riposo, decisamente meritato!

Un soggiorno in Serbia

Segnalo un' interessante scuola estiva di lingua e cultura serba (5-25 agosto 2006) a Valjevo. Studenti di ogni livello, dai principianti agli avanzati, possono iscriversi al corso. Lo scopo del progetto è imparare e migliorare il serbo, studiare la cultura serba, i valori tradizionali e le tendenze moderne attraverso la teoria e la pratica; vivere in un autentico ambiente serbo, entrare in contatto con “veri” serbi, scambiare esperienze e opinioni con loro. Penso che sia davvero una bella esperienza... Ci andrei, seppur non più tanto giovanissima, se gli impegni familiari non fossero così prioritari!